Informativa Cookies

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili a migliorare il servizio offerto. Se vuoi saperne di più consulta la nostra Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Stampa questa pagina

I flauti dell’Alta Vallagarina incantano a Cremona - Semplicemente unici! In evidenza

03 Apr 2019

I flauti dell’Alta Vallagarina incantano a Cremona

 

Semplicemente unici!

 

Il Gruppo strumentale del nostro Istituto non cessa di portarci grandi soddisfazioni: anche quest’anno è riuscito a distinguersi nel Concorso Musicale Nazionale “Arisi” tenutosi a Cremona il 27 marzo, salendo sul secondo gradino del podio con un punteggio di 92/100 (a pari merito con un’altra scuola trentina).

 

L’obiettivo raggiunto è particolarmente importante se si pensa che, dei ventitré componenti del Gruppo, ben nove frequentano la prima media ed hanno quindi sviluppato in pochi mesi competenze strumentali notevoli.

I nostri flautisti, diretti dalla peof.ssa Maria Caracristi, hanno affrontato un repertorio vario e molto impegnativo, spaziando da una vivace “Gavotta” di J. S. Bach (tratta dalla terza Suite per orchestra), nell’arrangiamento per orchestra di flauti del M° Marco Somadossi, allo splendido e intenso “Intermezzo” dell’opera Cavalleria rusticana di P. Mascagni, arrangiato dal M° Gianni Caracristi. Per concludere un omaggio al grande cantautore Fabrizio De Andrè, scomparso vent’anni fa, con la canzone Geordie, sempre nell’elaborazione del M° Caracristi.

 

Le esecuzioni hanno convinto la giuria grazie al buon livello di correttezza e precisione tecnica, alla qualità del suono e soprattutto alla grande sensibilità espressiva e comunicativa.

 

Il prestigioso risultato è motivo d’orgoglio non solo per il nostro Istituto, ma anche per la Scuola trentina, visto che con pari punteggio, si è classificata sempre al secondo posto l’orchestra di flauti dolci dell’I.C. di Lavis.

 

Speriamo che il felice esito del confronto nazionale possa essere uno stimolo a valorizzare ulteriormente nelle scuole della nostra Provincia il ruolo formativo ed educativo della musica (specialmente nella pratica d’insieme), strumento di arricchimento, piacere e gratificazione profondi, veicolo di espressione e creatività, stimolo alla collaborazione, al rispetto, al senso di responsabilità.

 

Dopo la “fatica”, gli alunni del Gruppo strumentale hanno trascorso insieme ai loro insegnanti una piacevolissima giornata a Cremona, città della musica per eccellenza. Cremona è infatti un centro di importanza mondiale per quanto riguarda la costruzione dei violini e degli altri strumenti ad arco (Amati, Guarneri, Stradivari sono solo alcuni dei geniali artigiani, o meglio “maestri”, che hanno portato alla massima perfezione l’arte della liuteria) e ha dato inoltre i natali a illustri musicisti come Claudio Monteverdi e Amilcare Ponchielli. Tra incursioni nei negozi di dolciumi (chi non conosce lo squisito torrone cremonese?) e nelle gelaterie artigianali, la vertiginosa salita sul “Torrazzo” (una delle torri campanarie più alte d’Europa, quasi 113 metri e ben 502 gradini…), la visita al Duomo e altri vari divertimenti, il bel pomeriggio ha premiato l’impegno dei nostri bravissimi alunni.

 

Ancora complimenti a tutti i giovani flautisti e ai loro insegnanti, Maria Caracristi e Flavio Zanon, un grazie particolare a Lucia Martini per il costante sostegno, agli arrangiatori dei brani, M° Gianni Caracristi e M° Marco Somadossi, per il preziosissimo contributo e...ad maiora!

 

P. S.: che i variopinti calzini portafortuna funzionino davvero? E per chi non lo sapesse il Gruppo ha da quest’anno una nuova mascotte: il “sacro pavone” Maurice Diecieuro (v. foto).

 

Nella sezione video sono stati caricati i due brani suonati dal nostro mitico "Gruppo strumentale" con una perfomance unica!

Letto 287 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Aprile 2019 08:10

Galleria immagini